Dieta intelligente: gli 8 cibi che aumentano la concentrazione, Benessere

monica bellucci diet

Dieta intelligente: gli 8 cibi che aumentano la concentrazione

Lavoro e scuola richiedono concentrazione e impegno, che dipendono anche dalla dieta. Ecco i cibi che stimolano la memoria e l’umore

Soffrite di stanchezza e difficoltà di concentrazione? Date “una scossa” alla vostra tavola! La soluzione può venire infatti dall’alimentazione: «Esistono cibi ricchi di sostanze nutritive particolarmente indicate per migliorare le funzioni cerebrali, come ad esempio sali minerali, antiossidanti ed alcuni amminoacidi», spiega Domenico Tiso, presidente di Asas (Associazione per la Salute correlata all’Alimentazione e agli Stili di Vita) e responsabile dell’Ambulatorio di Nutrizione e Benessere Clinica Villa Maria di Rimini. Ecco gli alimenti che fanno bene a cervello e umore:

CEREALI INTEGRALI
Farro, orzo, miglio, avena e tutti i cereali integrali in chicco rappresentano un prezioso supporto per la concentrazione e lo studio: «In particolare, grazie all’alto contenuto di fibre, – sottolinea il nutrizionista – hanno un alto potere saziante e al contempo non provocano quella sonnolenza post-pranziale nemica della concentrazione».

PESCE
È ricco di vitamine del gruppo B, considerate i “neurotrofici ” per eccellenza, e di quei grassi buoni, gli Omega 3, fondamentali per lo sviluppo del sistema nervoso. «E’ consigliabile preferire pesci di piccole dimensioni, come sgombri, sardine o alici, perché sono i meno inquinati dal mercurio, nemico terribile del sistema nervoso centrale», raccomanda Tiso.

CIOCCOLATO FONDENTE
Grazie al contenuto di caffeina è un importante stimolante, che aiuta a mantenere il cervello sveglio e reattivo. Perché funzioni a dovere basta un quadretto di fondente amaro al dì.

FRUTTA E VERDURA DI STAGIONE
Sono un concentrato di sali minerali e antiossidanti e rappresentano un antidoto naturale contro i radicali liberi, responsabili dell’invecchiamento cerebrale. «Principi nutritivi che però – spiega l’esperto – rimangono intatti solo se il frutto matura sulla pianta e non in una serra o in una cella frigorifera. Questo è il motivo per cui è sempre meglio acquistare frutta e verdura di stagione».

FRUTTA SECCA
Mandorle, pistacchi, noci, nocciole contengono alti livelli di acidi grassi essenziali che aiutano il cervello a funzionare in modo ottimale. «Non eliminate la pellicina: è ricca di fibre che aiutano a ripulire l’intestino, il nostro “secondo cervello“», raccomanda il nutrizionista.

TÉ VERDE
Oltre ad essere un ottimo antiossidante, non contiene calorie, combatte la stanchezza e facilita il raggiungimento di una piacevole sensazione di sazietà.

UOVA
Il tuorlo contiene colina, una sostanza necessaria alle membrane cellulari e alla trasmissione degli impulsi nervosi.

ACQUA
Se ben idratate, le cellule cerebrali sono più performanti. Basta infatti una leggera disidratazione (di alcune ore) per far calare le capacità del cervello, comprese quelle di apprendimento. Un litro al giorno è il minimo indispensabile, due sono l’ideale.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *